L’intestino felice

L'intestino felice - Giulia Enders

Il libro di oggi è un saggio scientifico che mi ha attirato fin dal primo avvistamento, se così vogliamo dire. Dopo averne letto un estratto in anteprima ne ero ufficialmente conquistato. Sto parlando di L’intestino felice di Giulia Enders, un affascinante e divertente viaggio alla scoperta di uno degli organi più sconosciuti e bistrattati del corpo umano.

Bestseller in Germania, L’intestino felice di Giulia Enders è un vero e proprio gioiellino di divulgazone scientifica: bello perché semplice, alla portata di tutti. Per davvero. Ne è prova il grande e meritato successo di pubblico che ha avuto prima nel suo paese di origine e, sucessivamente, anche qui in iItalia.

Con un linguaggio preciso, diretto, chiaro e piacevolmente ironico, Giulia Enders ci prende per mano e ci accompagna in una visita guidata attraverso il nostro apparato digerente e, in particolare, ci aiuta a conoscere e a comprendere il nostro intestino, un organo che, come dice lei, non si limita a “poltrire nella pancia o, di tanto in tanto, a scoreggiare“. Il nostro intestino fa per noi molto più di quanto si pensi e, diciamolo, in pochi lo sappiamo veramente: allena il nostro sistema immunitario grazie alla ricca flora intestinale, assorbe per noi le sostanze nutritive dal cibo che mangiamo e ci aiuta a espellere tutto quello che non avremmo dovuto ingoiare, dalle tossine ad alcuni parassiti poco piacevoli.

Leggendo L’intestino felice ho scoperto come funziona la cacca – si, la cacca, e non fate quella faccia perché la facciamo tutti – come funziona la digestione e cos’è veramente la flora intestinale, il suo comportamento e come possiamo fare noi per aiutarla; ho imparato una volta per tutte cosa sono i probiotici e i prebiotici e perché gli antibiotici ci aiutano ma, al contempo, ci fanno male; ho scoperto come l’intestino contribuisce all’assorbimento dei nutrienti; come collabora con il fegato per la distruzione delle tossine; perché siamo allergici o intolleranti; perché il vomito non è quella cosa schifosa che tutti pensiamo ma, anzi, è una potente arma di difesa del nostro organismo e tante altre cose ancora. L’intestino è il nostro secondo cervello anche se ne siamo inconsapevoli: è dotato di un sistema nervoso proprio incredibilmente complesso che parla con il cervello e, insieme a lui, prende decisioni per il nostro benessere.

L’intestino felice è un libro che tutti dovremmo leggere semplicemente perché tutti abbiamo un intestino e credo sia giusto sapere come funziona e come possiamo aiutarlo a farci stare meglio. Sono davvero molto felice che per una volta, dopo millelogie di romanzi erotici e vampiri complessati, sia un saggio ad attirare il grande pubblico e a piazzarsi stabilmente ai primi posti delle classifiche di vendita. Sono doppiamente contento del fatto che tale successo vada a una ragazza giovane, di appena 25 anni, che ha deciso di parlare alle persone normali con semplicità e con un linguaggio che rompe i rigidi schemi scientifici, usando anche parole come cacca, scoreggia e arrivando a scomodare anche i peti della zia Berta. L’ho adorato, mi ha divertito e, soprattutto, mi ha insegnato molte cose.

“Se l’intestino servisse solo a trasportare sostanze nutritive e a farci ruttare di tanto in tanto, la presenza di un sistema nervoso così complesso rappresenterebbe un insensato spreco energetico: nessun corpo costruirebbe simili reti nervose per un semplice canale per scoreggie. Deve per forza esserci sotto qualcosa.”
[tratto da L’intestino felice di Giulia Enders, edizione Sonzogno. 2015]

Non vi resta che aprire questo libro per scoprirlo e, credetemi, ne resterete affascinati. Tutto il libro è arricchito da simpatiche illustrazioni di Jill Enders, sorella dell’autrice e designer della comunicazione specializzata in divulgazione scientifica.

 

Informazioni sul Libro

Titolo: L’intestino felice (or. Darm mit charme. Alles über ein unterschätztes organ)
Autore: Giulia Enders
Traduttore: Paola Bertante
Editore: Sonzogno

Anno di pubblicazione: 2015 (prima pubblicazione: 2014)
Leggi l’estratto qui: Amazon


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>