Come un romanzo

Come un romanzo - Daniel Pennac

Oggi vi parlo del saggio Come un romanzo di Daniel Pennac. Ho terminato la lettura qualche giorno fa, ma complici altri impegni e lo scarso tempo a disposizione, le parole del povero Pennacchioni sono rimaste tranquille a fermentare in attesa del momento. Questo periodo di riflessione ha solo potuto confermare la mia prima impressione, quella di avere tra le mani un libro fantastico, del quale condivido tantissime affermazioni.

In Come un romanzo Pennac affronta principalmente il tema dell’amore per i libri e di come si possa stimolare l’interesse dei giovani verso la lettura. La cosa più sorprendente è stato rendermi conto di quante volte anche a me è capitato di cadere in quei ragionamenti sbagliati tipici del lettore: come mai i ragazzi di oggi non leggono? Ovviamente è colpa di tv, di smartphone, di internet. Insomma, oggi con tre click hai la tua ricerca bella e pronta, io dovevo copiarmi tutto a mano dalle enciclopedie. Le enciclopedie, queste bestie estinte.

Ma sarà poi vero? Leggendo questo saggio ho imparato a diffidare di questi preconcetti. Pennac offre un’illuminante analisi di come oggi viene affrontato il tema della lettura, a partire dalla scuola dove, ogni anno senza sosta, vengono spesso riproposti gli stessi libri da leggere, solitamente classici, alla cui lettura segue l’immancabile compito in classe. Oppure a casa, quando i genitori costringono i figli a leggere pena atroci castighi. In poco tempo la lettura diventa obbligo, l’obbligo si tramuta in peso, il peso viene evitato. Tornare indietro poi è molto difficile. A chi mi segue da tempo sarà sicuramente capitato di assistere a uno dei miei sproloqui contro il dominio dei classici come letture scolastiche: intendiamoci, letture a domicilio, perché non ho nulla contro il loro studio, anzi. Ma la lettura a casa dovrebbe essere trasmessa come piacere e non potrà mai accadere che a venticinque studenti piaccia lo stesso libro.

Come un romanzo è un libro per lettori, per genitori, per insegnanti e per chiunque voglia provare a trasmettere la passione per la lettura agli altri. Gestendo il blog mi è capitato diverse volte di sentire commenti accusatori, snob e persino maleducati e, diciamocelo, stupidi nei confronti di chi non fa dei libri il proprio mondo. Allo stesso tempo, come dicevo qualche riga più su, io per primo sono caduto varie volte nella facile tentazione di dare alla tecnologia la colpa della mancanza di interesse per i libri. Tutti ragionamenti all’apparenza nobili ma che sotto sotto nascondono una falla: con Come un romanzo, Pennac porta questa crepa alla luce facendo capire dove il ragionamento crolla. Perché diciamoci la verità: se dopo decenni in cui la lettura è stata affrontata e proposta in un certo modo a casa e, soprattutto, a scuola, le cose non sono cambiate (non in meglio almeno) forse qualcosa di sbagliato in fondo c’è.

Consiglio Come un romanzo a chiunque voglia provare a capire cosa fa del lettore ciò che è e come può nascere la passione per la lettura. Lo consiglio anche a chi non ha paura di leggere e, forse, di dover cambiare il proprio modo di pensare.

 

Informazioni sul Libro

Titolo: Come un romanzo (or. Comme un roman)
Autore: Daniel Pennac
Traduttore: Yasmina Mélaouah
Editore: Feltrinelli

Anno di pubblicazione: 2015 (prima ed. originale 1992)
Leggi l’estratto qui: Amazon


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>