Storie impreviste

Storie impreviste - Roald Dahl

Eccomi qua, rientrato dalle vacanze e pronto a parlarvi di Storie impreviste di Roald Dahl, una raccolta di racconti in classico stile Dahl. Inutile presentarvi un autore tanto famoso, celebre scrittore per ragazzi e, forse per questo, spesso ignorato dagli adulti. Bene, sappiate che state sbagliando. E alla grande!

Se pensate che Dahl sia solo La fabbrica di cioccolato o il GGG beh, siete fuori strada. Dahl ha scritto anche numerosi racconti per adulti che meritano la stessa attenzione dedicata ai suoi romanzi per ragazzi più noti. In passato, per puro caso, mi è capitato di leggere un libriccino contenente due soli racconti, intitolato Il libraio che imbrogliò l’Inghilterra e, quando ho notato Storie impreviste sullo scaffale di una libreria è subito diventato mio.

Storie impreviste, pubblicato per la prima volta nel 1979, è una raccolta di sedici racconti molto particolari. Ovviamente non vi dirò che sono tutti bellissimi perché, inevitabilmente, alcuni mi hanno colpito più di altri. Voglio però citarvi i miei preferiti: Cosciotto d’agnello, di cui ho apprezzato notevolmente l’umorismo un po’ noir; Mrs. Bixby e la pelliccia del colonnello, La scommessa e L’affittacamere.

I racconti contenuti in Storie impreviste sono ironici, spesso cinici e con risvolti a tratti cupi o persino un filo macabri. Le storie raccontate hanno spesso svolte imprevedibili e sorprendenti, parlano di tranelli, tradimenti, vendette e inganni, ma con risvolti bizzarri e irriverenti. I personaggi che li popolano sono un mix di caratteri strepitoso: bizzarri, eccentrici e spesso sui generis, ma sono anche così tipicamente inglesi da lasciare senza fiato.

Lo stile di Dahl è impeccabile, la lettura scorre piacevole e coinvolgente. Mi è già capitato in passato di dire che, quando si parla di racconti, il lavoro dell’autore è forse ancor più complesso perché non è facile costruire in poche pagine una storia che sia, allo stesso tempo, originale, accattivante e capace di portare il lettore a una vera e propria conoscenza dei personaggi che la animano. Ebbene, Dahl lo fa. E lo fa anche bene.

Se ne avrete l’occasione, vi consiglio di dare una possibilità a questo libro. Trattandosi di racconti e storie separate potete anche usarlo come piacevole intermezzo tra un romanzo e l’altro e gustarvelo senza fretta. Come sempre, se vi va, fatemi sapere cosa ne pensate!

 

 

Informazioni sul Libro

Titolo: Storie impreviste (or. Tales of the Unexpected)
Autore: Roald Dahl
Traduttore: A. Veraldi
Editore: TEA

Anno di pubblicazione: 2014 (prima ed. originale 1979)


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>