Il prezzo della giustizia

Il prezzo della giustizia - Alan Brenham

Oggi vi parlo del romanzo Il prezzo della giustizia di Alan Brenham, un thriller pubblicato negli Stati Uniti e arrivato qui in Italia grazie al lavoro di traduzione di Monica R. Pelà. Si tratta del primo romanzo della serie di libri dedicata al detective Jason Scarsdale. Purtroppo, già ve lo anticipo, non mi ha convinto più di tanto.

Il detective Scarsdale, recentemente sconvolto per la perdita della moglie, si trova a indagare sugli omidici di due pedofili. Al suo fianco l’analista criminale Dani Mueller, una donna che nasconde un terribile segreto nel suo passato: qualche anno fa uno spietato assassino ha rapito, violentato e ucciso la sua unica figlia; sconvolta per l’assoluzione ricevuta dal tribunale, Dani si è vendicata uccidendolo con le sue stesse mani. Da quel giorno la sua famiglia le ha dato la caccia costringendola a cambiare città e identità. Una rete di menzogne e inganni porterà Dani e Scarsdale a conoscersi meglio e li metterà in grave pericolo.

Come ho già anticipato, Il prezzo della giustizia di Alan Brenham non mi ha pienamente soddisfatto e convinto per diversi aspetti. Per buona parte del romanzo viene dato ampio spazio alla vita personale e, soprattutto, alle preoccupazioni dei protagonisti: da un lato Scarsdale che non perde occasione per chiedersi se sarà o meno un buon padre e dall’altro Dani, confusa nelle scelte e preoccupata che chiunque possa svelare i segreti che nasconde. Approfondire i personaggi in un romanzo va benissimo, ma in questo caso è un po’ troppo, al punto che la parte più intrigante della storia, le indagini, sono relegate in terzo piano per almeno due terzi del libro.

Salta inevitabilmente all’occhio la grande presenza di personaggi dal comportamento meschino e maligno, forse troppi, dando l’impressione che tutto il mondo ce l’abbia con i due protagonisti: alcuni di questi, come la suocera di Scarsdale e la vicenda che ne scaturisce, potevano benissimo non esserci dando forse un po’ più di respiro alla storia. In generale i personaggi secondari che fanno la loro apparizione nella storia, vengono sempre introdotti un po’ troppo frettolosamente, risultando quasi sempre anonimi: sarebbe stato carino approfondirne qualcuno anche in termini di relazione con i protagonisti.

Mi ha poco convinto anche la questione dell’identità segreta di Dani che, senza grandi sforzi, chiunque riusciva a scoprire: questo dettaglio, importante per lo svolgimento del romanzo, è stato forse un po’ troppo semplificato, tralasciando il fatto che lei sembrava urlare al mondo che nascondeva qualcosa.

Verso la fine, Il prezzo della giustizia prende finalmente un bel ritmo tirando fuori il thriller che stavo aspettando e rendendo la lettura avvincente e snella. Interessante l’idea del doppio narratore con Dani che racconta in prima persona e Scarsdale che invece viene descritto da un narratore esterno: questo è di certo un aspetto originale che poteva dare quel tocco in più al romanzo e soprattutto alle indagini, creando un doppio punto di vista intrigante. Una possibilità non sfruttata appieno.

Insomma, Il prezzo della giustizia di Alan Brenham aveva buone basi, un’idea di fondo interessante e dalle ampie possibilità di sviluppo. Purtroppo è stata messa troppa carne al fuoco con il risultato che tutto è stato trattato in maniera un po’ superficiale, togliendo alla storia il ritmo e la tensione che un thriller dovrebbe trasmettere al lettore.

 

Informazioni sul Libro

Titolo: Il prezzo della giustizia
Autore: Alan Brenham
Traduttore: Monica R. Pelà
Editore: Babelcube

Anno di pubblicazione: 2015
Leggi l’estratto qui: Amazon


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>