Il quinto giorno

Il quinto giorno - Frank Schätzing

Oggi vi parlo di un libro che ho letto qualche anno fa, ma che mi è rimasto impresso, Il quinto giorno di Frank Schätzing, un romanzo veramente particolare al confine tra thriller e fantascienza pubblicato nel 2004.

Vi anticipo già che si tratta di un romanzo piuttosto lunghetto quindi poco pratico da portare in giro nella sua edizione tradizionale…io poi ho quella rilegata quindi figuratevi!

Sulle coste del Perù un pescatore viene attaccato e ucciso da quello che sembra un enorme essere marino; in Norvegia un nuovo e sorprendente tipo di verme ha cominciato a erodere lo zoccolo continentale; in Canada le balene si ribellano cominciando a attaccare le navi di whale-watching. Questi sono solo tre esempi di attacchi rivolti all’uomo dalla natura, attacchi inspiegabili che costringono un gruppo di scienziati a trovarsi per studiare il fenomeno decisamente fuori dal comune. Non possono neanche immaginare di trovarsi di fronte a una serie di attacchi mirati e precisi che la natura, stanca dello sfruttamento e dei soprusi dell’uomo, sta mettendo in atto per liberarsi definitivamente della sua minaccia.

Sarà compito di questi scienziati capire come fermare tutto questo prima che sia troppo tardi e evitare che la prossima specie a estinguersi sia proprio l’homo sapiens.

Non c’è nulla da dire, Frank Schätzing ha confezionato veramente un bel romanzo: originale, coinvolgente e di impatto, sia per i temi trattati, sia per il modo in cui ciò è stato fatto. Quando ho visto questo libro sugli scaffali di una libreria, sono rimasto subito colpito dalla copertina piuttosto particolare e poi, leggendo la trama, la curiosità ha preso il sopravvento e devo dire che è stato un buon acquisto.

Nonostante la linghezza, poco più di 1000 pagine, Il quinto giorno è un romanzo scorrevole e avvincente e l’originalità della trama fa sì che non ci si ritrovi a metà lettura con quel senso di deja-vu che ogni tanto si prova leggendo libri tutti identici che seguono la moda del momento.

L’uomo, abituato a fare da padrone a un pianeta non suo, si ritrova messo di fronte alla potenza della natura, protagonista indiscussa della storia, e ne rimane sconvolto. La specie dominante diventa rapidamente quella dominata e dovrà aprire gli occhi e fare ammenda dei suoi sbagli.

Unico punto negativo è l’ultimo capitolo che ho trovato piuttosto lento e a tratti noioso, ma questo non toglie che Il quinto giorno è un libro che gli appassionati del genere dovrebbero leggere.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>