Il suggeritore

Il suggeritore - Donato Carrisi

Dopo aver sentito commenti entusiastici nei confronti di Donato Carrisi e del suo romanzo d’esordio Il suggeritore pubblicato nel 2009, ho deciso di provare a leggerlo per vedere se tanti complimenti fossero meritati.

Dopo pochi giorni eccomi pronto a dirvi cosa ne penso e curioso di sapere cosa ne pensate voi.

In una tranquilla cittadina sei bambine scompaiono senza lasciare traccia. Età, aspetto, scuola, ceto sociale: tutto apparentemente differente, tutto terribilmente casuale. La squadra speciale capitanata dal criminologo Goran Gavila sa bene che nei crimini seriali la casualità è la cosa più pericolosa. Per riuscire a risolvere il caso viene chiesto l’aiuto di Mila Vasquez, una poliziotta dal carattere introverso e solitario, ma con un grande dono: ritrova le persone scomparse. È il suo lavoro e la sua vita, ed è la migliore.

Ben presto però il rapitore inizierà a svelare le sue carte lasciando intravedere il terribile disegno celato dietro l’apparente casualità. Sarà compito di Mila, Goran e della squadra speciale raccogliere gli indizi e i suggerimenti lasciati per arrivare alla fine di questo macabro gioco, prima che sia troppo tardi.

Il suggeritore è un libro che vuole essere letto tutto di un fiato. Donato Carrisi ha scelto un tema forte e allo stesso tempo delicato: è difficile non sentirsi arrabbiati e coinvolti quando ci sono di mezzo dei bambini, anche se si tratta di un romanzo. La trama è costruita ad arte, ricca di colpi di scena capaci ogni volta di stravolgere le aspettative del lettore. Come nei migliori gialli, ci si trova a fare a gara con gli investigatori per scoprire per primi chi si cela dietro la maschera del Suggeritore.

Un thriller d’esordio davvero avvincente e assolutamente da non perdere. Vincitore di diversi premi, con Il suggeritore Donato Carrisi si è prepotentemente imposto in un genere troppo spesso dominio incontrastato degli scrittori americani. Vi consiglio caldamente di leggere questo libro tenendo però presente che si tratta di un romanzo spesso caratterizzato da immagini piuttosto forti.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>