Dossier Brimstone

Dossier Brimstone - Douglas Preston e Lincoln Child

Dopo quattro post dedicati all’agente speciale Pendergast e ai suoi straordinari casi, eccomi pronto per parlarvi del quinto romanzo di Douglas Preston e Lincoln Child dedicato a questo eccentrico personaggio: Dossier Brimstone.

Un caso che oscilla tra scienza ed esoterismo, tra razionalità e suggestione. Un nuovo intrigante mistero, la cui soluzione richederà tutta l’astuzia e l’intelligenza di cui Pendergast dispone.

New York. Jeremy Grove, un noto critico d’arte, viene trovato morto arso vivo nella sua camera da letto. L’aspetto più oscuro è che la stanza è chiusa dall’interno e non ci sono segni che lasciano presupporre la presenza di qualcun altro. L’unico indizio a disposizione della polizia è la strana cena organizzata dalla vittima la sera della sua morte: Jeremy aveva infatti invitato le tre persone che più lo odiavano al mondo.

Aiutato da Vincent D’Agosta, l’agente speciale Aloysius Pendergast cerca di fare luce sul mistero. Mentre le indagini sembrano non portare a nulla, anche un famoso produttore discografico viene trovato bruciato vivo a casa sua. Di nuovo nessun indizio: la vittima sembra aver preso fuoco dall’interno a causa di un inspiegabile processo di autocombustione. A questo punto il panico inizia a prendere il sopravvento: c’è chi pensa sia opera del diavolo e chi crede sia il segno di un’imminente Apocalisse.

Si tratterà davvero di un segnale divino o questo mistero apparentemente soprannaturale nasconde una spiegazione logica? Come sempre sarà Pendergast a dover trovare la difficile soluzione.

Dopo averci abituati a casi in bilico sul limite estremo della scienza, in Dossier Brimstone Douglas Preston e Lincoln Child introducono per la prima volta elementi esoterici e religiosi regalando a questo romanzo un tocco di originalità particolare. La storia è piuttosto avvincente, ma non posso dire che sia il loro migliore romanzo. A differenza del precedente Natura Morta, questo quinto libro non è totalmente slegato dagli altri in quanto si tratta del primo romanzo della trilogia dedicata allo squilibrato e violento fratello di Pendergast, Diogenes.

Il consiglio come sempre è di leggerlo perché, sebbene non sia il mio preferito, si tratta comunque di una storia ben scritta che regala qualche momento di suspance e tensione. Come al solito fatemi sapere cosa ne pensate!


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>