Il libro delle anime

Il libro delle anime - Glenn Cooper

Oggi vi voglio parlare del secondo romanzo di Glenn Cooper, Il libro delle anime, seguito del suo primo libro, La biblioteca dei morti, di cui vi ho già parlato qualche post fa.

Purtroppo non posso svelarvi molto senza rischiare di rovinarvi il piacere dellla lettura di entrambi i romanzi essendo molto connessi tra loro…ma ci proviamo!

La storia vede di nuovo protagonista Will Piper, ex agente dell’FBI ormai in pensione. Dopo il caso Doomsday, l’agente Piper sta cercando di abituarsi alla sua nuova vita: una vita tranquilla, forse troppo per una persona da sempre abituata all’azione.

Forse per questo, nonostante il suo istinto di conservazione gli dica che è una pessima idea, decide di accettare la proposta di Henry Spence, un anziano signore cui ormai non restano che pochi giorni di vita. Ha bisogno del suo aiuto per scoprire un segreto, il più grande segreto mai esistito, un segreto nascosto in un misterioso libro che sta per essere venduto ad un’asta a Londra. E per farlo ha letteralmente i giorni contati.

Will Piper è consapevole che questo lo porterà di nuovo ad affrontare fantasmi del passato con i quali non vorrebbe più avere nulla a che fare, ma lui non è fatto per essere un pensionato, non ancora almeno.

Come potete immaginare, Spence e Piper non saranno gli unici a voler far luce su questo mistero: qualcuno di molto potente è interessato a tenere nascosta questa verità al mondo intero. Una ricerca nel passato che ci riporterà a Vectis e alla sua abbazia, a Londra e alla corte inglese e a Parigi in un austero college. Una spietata caccia all’uomo, una fredda vendetta, una fuga per la salvezza.

Se avete apprezzato La biblioteca dei morti, dovete assolutamente leggere Il Libro delle anime. Devo ammettere che ho trovato questo libro un po’ meno avvincente del primo: la storia presenta meno colpi di scena ed è più sbilanciata verso la ricerca storica piuttosto che sull’azione. Nonostante questo vale decisamente la pena leggerlo.

Aspetto i vostri commenti!


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>