Affresco veneziano

Affresco Veneziano - Francesco Grimandi

Oggi vi porto a fare un vero e proprio viaggio nella storia grazie al romanzo del 2012 di Francesco Grimandi dal titolo Affresco Veneziano. Facile capire quale sarà la meta: la Serenissima Repubblica di Venezia, una città dal fascino intramontabile raccontata in un romanzo che mi ha davvero sorpreso nonostante si sia rivelato un po’ diverso dall’idea che mi ero fatto leggendone la trama.

Repubblica di Venezia, 1589. Matteo Braida è un giovane semplice e di umili origini che lavora in un cantiere navale della Serenissima. Angela è una ragazza molto bella che ha fatto del suo aspetto e della sua contesa compagnia il proprio mestiere. Due mondi molto distanti che, imprevedibilmente, si incontrano. Una serie di eventi metterà a dura prova la loro storia d’amore, portando Matteo lontano da Venezia e, suo malgrado, al centro di un intrigo fatto di invidie e sete di potere.

Il vero punto di forza di Affresco Veneziano è senza dubbio la ricostruzione storica del periodo che risulta molto curata fin nei minimi dettagli: i personaggi, gli usi e i costumi dell’epoca, sono descritti in modo davvero preciso; a questi si aggiungono le descrizioni paesaggistiche, fatte di vicoli, canali e residenze che ancora oggi è possibile visitare, come il famoso Palazzo Ducale, il tutto riportato agli sfarzi di un tempo. La cura mostrata da Francesco Grimandi nella ricostruzione storica non intacca in alcun modo la narrazione che risulta scorrevole, lineare e davvero molto piacevole.

Ho visitato Venezia un paio di volte e trovarsi immersi nel fascino decadente di questa città sul finire del XVI secolo ed essere messi di fronte a quella che doveva essere la vita quotidiana in quei sontuosi palazzi oggi a disposizione dei turisti, è stato un viaggio davvero affascinante. La grande conoscenza dell’autore sulla storia di questa città traspare da ogni pagina di questo romanzo che ha saputo arricchire con dettagli e particolari spesso molto curiosi, come alcune espressioni dialettali e cenni sulla storia della gondola.

Al racconto storico si affianca una parte di intrighi e complotti, principalmente politici, che arrivano a toccare le vite dei protagonisti seppur in modo poco invadente. Di certo non è questa la parte predominante del romanzo, ma fa da sfondo alla narrazione principale mettendo in evidenza l’aspetto più torbido di una grande potenza che, suo malgrado, si sta avviando verso l’inevitabile declino.

Non volendo fare anticipazioni non posso entrare molto nel dettaglio, ma l’aspetto che forse mi ha meno convinto è stato il piano ideato da Matteo per tentare una volta per tutte di tirarsi fuori dai guai: se abbia o meno funzionato sta a voi scoprirlo. Un dettaglio che comunque non cambia la mia opinione sul romanzo nel suo complesso.

Leggendo Affresco veneziano non ho sentito il bisogno di correre verso il finale, come spesso mi succede, ma mi sono lasciato coinvolgere dalle vite dei due protagonisti e dalle sfarzose atmosfere di una città che ancora oggi è invidiata e copiata in ogni parte del mondo. Una lettura piacevole e coinvolgente, un libro che consiglio soprattutto agli amanti del genere.

 

Informazioni sul Libro

Titolo: Affresco veneziano
Autore: Francesco Grimandi (illustrazioni di Valentina Acquaviva)
Editore: Autopubblicatp
Anno di pubblicazione: 2012
Leggi l’estratto qui: Amazon


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>