La prosivendola

La prosivendola - Daniel Pennac

Con grande piacere, dopo diversi mesi, sono tornato a godere della compagnia della famiglia Malaussène: una a dir poco strana, eccentrica e divertente famiglia. La prosivendola di Daniel Pennac è il terzo romanzo dedicato a questi personaggi dopo Il paradiso degli orchi e La fata carabina.

Dopo gli avvenimenti raccontati nei due libri precedenti, Malaussène si ritrova a svolgere il suo lavoro di capro espiatorio alle Edizioni Taglione, “suddito” della Regina Zabo. Mentre la sua famiglia affronta avvenimenti tanto improvvisi quanto sorprendenti, Malaussène dovrà svolgere un nuovo importante compito: recitare la parte di JLB, misterioso autore da 225 milioni di copie. Mentre si dedica al nuovo lavoro, resta vittima di un tentato omicidio che lo lascerà steso in un letto d’ospedale, in coma. Circondato dalla sua rumorosa famiglia che non perderà occasione di aggiornarlo sui fatti, Malaussène assisterà passivo allo svolgersi delle indagini, in attesa di uno sperato miracolo che lo riporterà alla vita.

Quando, qualche tempo fa, ho fatto la conoscenza di questa incredibile famiglia nascosta tra le pagine di Il paradiso degli orchi, sono subito rimasto colpito dal senso dell’umorismo di Pennac, molto in linea con i miei gusti. Spinto dall’entusiasmo, ho acquistato anche i due romanzi successivi, ma la lettura di La fata carabina, seppur piacevole, non mi aveva entusiasmato allo stesso modo, motivo per cui ho aspettato tanto a leggere La prosivendola. Ora posso dire di aver fatto male: questo terzo romanzo è probabilmente migliore dei due precedenti, divertente e pungente, mi ha accompagnato in un mondo a me congeniale che è quello dell’editoria e lo ha fatto con un’abile e sagace parodia, o satira se preferite.

Autori fantasmi, editori spietati ma amanti della cultura, improbabili scrittori emergenti, libri di pessima qualità ma di grande successo di pubblico che permettono alla casa editrice di tirare avanti. Insomma, tutti gli elementi ben noti e tanto attuali, che più volte mi son trovato a trattare anche sul blog. Pennac dipinge un ritratto dell’editoria incredibilmente realistico e lo fa mettendo in gioco tutto il suo ben noto umorismo, affidando questa difficile missione al povero Malaussène e alla sua instabile famiglia.

Stupendo il personaggio della Regina Zabo, editrice e sovrana indiscussa delle Edizioni Taglione, che con il suo corpo secco, a sua testa enorme, il suo carattere impulsivo e la sua lingua dissacrante, regala al romanzo quel tocco in più che o rende speciale.

Pennac è un autore dall’umorismo particolare, che si ama o si odia. Nonostante questo, La prosivendola è un romanzo che consiglio a chi vuole immergersi in una storia assurda e ironica, come questo autore ormai ci ha abituati, ma anche attuale e comica per il ritratto del mondo editoriale che ne scaturisce.

 

Informazioni sul Libro

Titolo: La prosivendola (or. La petite marchande de prose)
Autore: Daniel Pennac
Traduttore: Yasmina Melaouah
Editore: Feltrinelli

Anno di pubblicazione: 2012 (prima ed. originale 1989)
Leggi l’estratto qui: Amazon


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>