Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza

Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza - Luis Sepulveda

Il libro di cui vi parlo oggi è un vero e proprio piccolo gioiello: Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza di Luis Sepúlveda pubblicato nel 2013. Avevo già letto qualche anno fa la Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare e, come già allora, sono rimasto affascinato dallo stile semplice e dolce col quale questo autore è capace di rivolgersi ai più piccoli lettori.

Nel tranquillo Paese del Dente di Leone vivono molti animali tra i quali, sotto un grande e imponente calicanto, una piccola colonia di lumache che trascorre le lente, lentissime giornate, felicemente isolata nel suo piccolo mondo. Tutte le lumache sono soddisfatte della loro vita, del fatto di chiamarsi l’un l’altra semplicemente “lumaca” e del loro camminare lentamente, molto lentamente. Un giorno però una giovane lumaca vuole finalmente delle risposte: perché non hanno un nome col quale distinguersi l’una dall’altra? E qual è il motivo della loro lentezza? Intraprenderà un lentissimo viaggio che le permetterà di trovare finalmente le risposte a queste domande.

Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza è una fiaba davvero stupenda che affronta, con uno stile semplicissimo e molto dolce, alcuni importanti temi quali il coraggio, la conoscenza e l’accettazione di sé e di ciò che si è e la fiducia nei propri amici non trascurando argomenti più delicati come la scarsa attenzione dell’uomo nei confronti dell’ambiente.

Con il suo stile inconfondibile Sepúlveda scrive un  nuovo racconto per i lettori più giovani e li accompagna in un piccolo mondo meraviglioso. Tutto è visto e raccontato con gli occhi di una lumaca: gli esseri umani, le strade, le automobili, gli altri animali e le piante sono descritti in un modo unico, capace di rubare più di un sorriso.

Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza è un romanzo che tutti i bambini dovrebbero leggere, magari insieme ai genitori. Una fiaba che, con la sua dolcezza, può sensibilizzare e aprire le menti degli adulti di domani. Se siete già ben più grandicelli come me, leggete comunque questo bellissimo racconto, vi occuperà un’oretta scarsa, ma vi regalerà delle bellissime emozioni.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>