L’apicoltore

L'apicoltore - Maxence Fermine

L’apicoltore è il terzo ed ultimo romanzo de La Trilogia dei Colori scritta da Maxence Fermine.

Dopo Neve ed Il Violino Nero, l’autore conclude la trilogia di racconti con la storia di Aurelien, un giovane apicoltore pieno di sogni.

Aurelien è un giovane francese che vive insieme al nonno, grande produttore di lavanda, in un paesino della Provenza. Da sempre deciso a realizzare il suo sogno di diventare il più grande apicoltore della Francia, Aurelien inizia a dedicarsi a questa attività, costruendo poche arnie nel campo del nonno e cominciando a produrre un delizioso miele di lavanda.

Tuttavia, un inaspettato disastro e una misteriosa donna africana apparsagli in sogno, convincono Aurelien ad abbandonare tutto per intraprendere un viaggio lungo e pericoloso in Africa, alla ricerca della misteriosa donna e dell’oro che custodisce.

Questa decisione sarà per Aurelien l’inizio di un viaggio pieno di sogni e di speranze che gli permetterà di capire finalmente quale sia la sua strada.

Come nei due libri precedenti, anche l’Apicoltore è caraterizzato da una trama molto semplice e abbastanza ripetitiva: un giovane talentuoso con un grande sogno, l’apparizione di una misteriosa donna e un viaggio alla ricerca di risposte. Devo ammettere che non mi ha proprio entusiasmato, proprio a causa di questa somiglianza tra i tre romanzi.

La storia non è male e si legge con piacere, tuttavia questo è il libro che, tra i tre della Trilogia dei Colori, ho apprezzato meno. Forse per l’eccessiva teatralità degli episodi, forse perché troppo simile ai precedenti e quindi abbastanza prevedibile.

Mi sento di consigliare questo romanzo a chi ha proprio amato i due precedenti o comunque a che apprezza lo stile particolare di Maxence Fermine.

Se lo avete letto fatemi sapere le vostre impressioni.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>