Misery

Misery - Stephen King

Oggi vi voglio parlare di Misery, il romanzo horror del 1987 di Stephen King da cui è stato tratto il famoso film Misery non deve morire (1990) con un’incredibile interpretazione di Kathy Bates nei panni di Annie Wilkes che le fece vincere il premio Oscar e il Golden Globe.

Un romanzo che analizza la mente dell’uomo e mostra come il dolore e la paura siano in grado di trascinare una persona sana verso la più oscura follia.

Dopo un violento incidente automobilistico nei pressi di Silver Creek in Colorado, lo scrittore Paul Sheldon si risveglia gravemente ferito in un letto a casa di Annie Wilkes, un’ex infermiera. Impossibilitato a muoversi a causa delle gambe rotte e dei dolori terribili, Paul accetta passivamente le amorevoli cure di Annie.

Mentre le settimane passano e la salute migliora, Paul ed Annie cominciano a parlare e a conoscersi. In realtà Annie conosce già molto bene Paul: lui è la magica mano dietro alle bellissime storie di Misery Chastain, la sua beniamina, e lei…beh, lei è la sua fan numero uno. Una fan che non può accettare il finale del suo ultimo libro, dove Misery, la sua Misery!, perde la vita.

Paul scoprirà che Annie nasconde una mente incredibilmente turbata da psicosi e manie depressive e si ritroverà ad essere il prigioniero inerme e impotente di una donna gravemente malata e destinata a scivolare sempre di più verso l’oblio. Utilizzando ogni tipo di tortura e di sevizia, Annie costringerà Paul a scrivere un nuovo romanzo per far risucitare la sua Misery, perché Misery non deve morire…

Ancora una volta Stephen King ha dato prova della sua incredibile maestria regalandoci un vero capolavoro. Un romanzo claustrofobico, quasi completamente ambientato in un’unica stanza e costruito intorno a due soli personaggi, troppo grandi per lasciare posto ad altri. Una storia in cui il rapporto tra il prigioniero e la sua carceriera è sempre pericolosamente in bilico tra odio e dipendenza reciproca: Annie tortura Paul, ma ne ha bisogno perché lui soltanto può risuscitare Misery e ridarle serenità; Paul ha il terrore di Annie e della sua follia, ma allo stesso tempo ne è succube, perché solo lei con i suoi medicinali può mandare via il terribile dolore causato dall’incidente.

Un libro veramente stupendo e coinvolgente che consiglio a chiunque ami il genere o che semplicemente si senta incuriosito, sono sicuro che non ve ne pentirete!


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>