Dracula

Dracula - Bram Stoker

Potevo non dedicare il primo post di questo blog ad uno dei miei libri preferiti in assoluto? Ovviamente no…e quindi eccomi qui a parlarvi di Dracula.

Anche se in questi ultimi tempi i vampiri sono tornati di gran moda, vale sicuramente la pena fare un salto indietro di qualche anno per tornare al 1897, anno in cui Bram Stoker ha pubblicato questo capolavoro.

La storia raccontata da Stoker ruota intorno ad un piccolo gruppo di personaggi tra cui un avvocato di Londra, Jonathan Harker, la sua fidanzata Mina, l’amica Lucy, il dottor Seward ed il dottor Van Helsing. Saranno questi 4 personaggi, con le loro lettere e le loro pagine di diario, a dare forma al romanzo e alla storia. Dracula è infatti un romanzo epistolare, in cui manca un narratore principale e, per questo, il lettore si trova spesso a rivivere la stessa scena da punti di vista differenti. Questo aspetto ha indubbiamente contribuito a rendere il libro incredibilmente avvincente e suggestivo, almeno per quanto mi riguarda. Nonostante sia ormai passato più di un secolo dalla prima pubblicazione, la scrittura è semplice e scorrevole e vi assicuro che non riuscirete a staccare gli occhi dalle pagine! Alla fine di ogni capitolo il pensiero era sempre lo stesso: “Dai, quello dopo non è poi così lungo…….ok, ancora solo questo e mi fermo”.

Non voglio svelare nulla quindi giusto un accenno alla trama: la storia inizia con Jonathan Harker che si reca in Transilvania dal Conte Dracula per concludere con lui la vendita di una casa a Londra. Mentre è ospite al castello scopre la vera natura del Conte e ciò che ha in mente di fare. Tornato a Londra inizierà una lunga caccia all'”uomo” che coinvolgerà anche le persone a lui vicine: l’unica cosa importante per loro sarà fermare Dracula, a qualunque costo.

Insomma, vi consiglio veramente di leggerlo! Molti di voi, come me d’altra parte, dovranno anche fare i conti con l’immagine che hanno dei vampiri e “ristrutturarla” un tantino perché, se è vero che da buon vampiro Dracula si nutre di sangue, è altrettanto vero che non inizia un processo di autocombustione se si espone alla luce del sole. Ma sono molte le caratteristiche, note o meno, che non sempre rispecchiano la nostra idea.

Mi raccomando, fatemi sapere cosa ne pensate!


Commenti

Dracula — 1 commento

  1. Pingback: I consigli da piccoli brividi di Cristina | Libreria Lotto 49

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>