Il teorema del pappagallo

Il teorema del pappagallo - Denis Guedj

Finalmente sono pronto per parlarvi del romanzo giallo Il teorema del pappagallo di Denis Guedj, un libro che ho comprato perché rappresenta la fusione di due miei interessi, la lettura e la matematica. In questo romanzo avevo riposto grandi, anzi grandissime aspettative che purtroppo non sono state soddisfatte appieno.

Il signor Ruche è un libraio ottantaquattrenne che, dopo un incidente avvenuto nella sua libreria Le Mille e una Pagina, è costretto su una sedia a rotelle. Da diversi anni condivide la casa con l’energica Perrette e con i suoi tre figli, i gemelli Jonathan e Lea e il più giovane Max divenuto sordo in tenera età. Una famiglia sui generis che vive una vita tranquilla e normale, scandita dagli studi dei ragazzi e dalla gestione della libreria. L’arrivo di una lettera da parte di Grosrouvre, vecchio amico del signor Ruche che da molti anni ha fatto perdere le sue tracce, porterà scompiglio nelle loro vite: una biblioteca di preziosi libri antichi dedicati alle scienze matematiche arriverà presto a casa del signor Ruche portando con sé il segreto di una morte misteriosa. Ruche, Perrette e i ragazzi dovranno fare un lungo viaggio nel complesso mondo della matematica per cercare di risolvere il mistero. Ma non saranno soli, ad aiutarli ci sarà Nofutur, un coloratissimo pappagallo chiacchierone.

Se mi seguite su Facebook lo saprete già: Il teorema del pappagallo si è rivelato ben diverso da quanto mi aspettavo. L’ho comprato e cominciato con l’idea di aver tra le mani un originale giallo nel quale la matematica aveva un ruolo da protagonista e mi sono invece ritrovato tra le pagine di un saggio sulla storia della matematica mascherato da romanzo.

La lettura di questo libro non si può definire leggera e distensiva, non fatevi ingannare come me dalla simpatica immagine e dalle belle parole stampate in quarta di copertina. Il teorema del pappagallo è fondamentalmente un saggio che, capitolo dopo capitolo, ripercorre la storia della matematica e degli illustri personaggi che l’hanno arricchita con le loro scoperte. Il tocco di originalità di Denis Guedj risiede nell’aver deciso di far raccontare la matematica dai personaggi di un romanzo.

La morte misteriosa, le lettere di Grosrouvre, la ricerca della soluzione del mistero nascosto nella stupenda biblioteca ricevuta dal signor Ruche sono di fatto un modo particolare per fare della divulgazione scientifica. Nei pochi passaggi veramente narrativi, lo stile di Guedj risulta molto piacevole e scorrevole, soprattutto nel finale quando l’anima del saggio lascia finalmente spazio alla pura narrativa. Prima di arrivare a questo punto però, il lettore deve superare indenne 470 pagine di storia della matematica che – e ve lo dice uno che alla matematica ha dedicato i suoi studi – non sono per nulla leggere: nonostante i temi trattati restino quasi sempe a un livello puramente divulgativo, la parte narrativa risulta del tutto messa in ombra dalla saggistica e a poco servono i deboli tentativi dell’autore di rendere Talete, Pitagora e colleghi parte integrante della storia. Va comunque detto che leggendo questo libro ci si rende immediatamente conto della grande competenza dell’autore verso i temi trattati ed è altrettanto innegabile la sua capacità di rendere argomenti complessi (quasi) alla portata di tutti. Quasi, perché la matematica, anche nella sua forma più semplice, è complicata ed è inutile continuare a negarlo.

A dispetto della trama, i personaggi risultano molto ben pensati e sviluppati ed è impossibile non affezionarvisi: il signor Ruche, Perrette, il piccolo Max, Jonathan e Lea e il loquace Nofutur con la loro simpatia e i loro caratteri esuberanti restano inevitabilmente nel cuore del lettore.

Ho cominciato Il teorema del pappagallo di Denis Guedj perché ero alla ricerca di un giallo un po’ particolare e trovarmi tra le mani un saggio “travestito” da romanzo non mi ha fatto molto piacere, è inutile negarlo. Va comunque detto che i temi trattati sono molto interessanti e che nel complesso questo libro risulta più convincente per il suo aspetto divulgativo che per quello di romanzo giallo. Unica avvertenza: da affrontare con la consapevolezza che la passione per la matematica è imprescindibile.

 

Informazioni sul Libro

Titolo: Il teorema del pappagallo (or. Le théorème du perroquet)
Autore: Denis Guedj
Traduttore: Lidia Perria
Editore: Tea
Anno di pubblicazione: 2014 (prima pubblicazione: 1998)
Leggi l’estratto qui: Amazon


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>