Il giudice e il suo boia

Il giudice e il suo boia - Friedrich Durrenmatt

Il libro di cui vi parlo stasera è capitato nelle mie mani per puro caso. L’ho visto su uno scaffale in libreria e sono rimasto colpito dalla copertina decisamente strana, ne ho letto la trama e ho deciso di prenderlo. Un salto nel buio visto che non conoscevo né l’autore, Friedrich Dürrenmatt, né avevo mai sentito parlare del romanzo, Il giudice e il suo boia, scritto nel 1952. Ma si sa, a volte bisogna rischiare.

Bärlach è un vecchio commissario di polizia ormai prossimo alla pensione a causa di alcuni gravi problemi di salute. Prima di potersi finalmente concedere il meritato riposo, deve risolvere un ultimo caso di omicidio, nel quale ha perso la vita il giovane Schmidt, brillante tenente della polizia di Berna.

Aiutato da Tschanz, Bärlach inizia a indagare sul misterioso delitto scoprendo ben presto che una sua vecchia conoscenza potrebbe aver avuto una parte in questo terribile crimine. Per Bärlach si riapre così una sfida iniziata molti anni fa, un gioco crudele e spietato che vede contrapposte due menti brillanti, due persone le cui vite sono da sempre legate da un filo indissolubile, un legame che ormai è tempo di recidere una volta per tutte.

Il giudice e il suo boia è sicuramente un giallo un po’ fuori dagli schemi. Arrivato a metà ho pensato di aver fatto un pessimo acquisto: mi mancavano le indagini e le congetture tipiche dei romanzi del genere: diciamo che mi mancava un po’ quel tocco alla Agatha Christie. All’inizio sembra quasi di leggere uno sceneggiato televisivo nel quale la storia segue un filo conduttore semplice e lineare, finendo per assomigliare più a un racconto che a un giallo.

Quando cominciavo ormai a perdere le speranze e a rassegnarmi all’inevitabile delusione, ecco arrivare l’inatteso colpo di coda. Le carte cominciano a essere scoperte e il commissario Bärlach mostra le sue vere doti investigative portando il lettore verso un finale originale, anche se non completamente inaspettato.

Se deciderete di leggere Il giudice e il suo boia aspettatevi comunque un giallo differente da ciò a cui siete abituati. In questo breve romanzo, Dürrenmatt ha messo da parte alcune delle caratteristiche tipiche del genere per lasciare spazio a una narrazione sicuramente innovativa, nella quale il delitto fa solo da sfondo al vero tema portante della storia: il crudele gioco del gatto e del topo tra due menti brillanti.

Credo che Il giudice e il suo boia sia un romanzo interessante e particolare e mi sento di consigliarlo a chiunque abbia voglia di leggere un giallo un po’ differente da solito.


Commenti

Il giudice e il suo boia — 2 commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>