Il signore degli anelli

Il Signore degli Anelli - Tolkien

Oggi vi parlo del romanzo fantasy probabilmente più famoso nel mondo, un vero classico del genere, un capolavoro assoluto che ha reso immortale il suo autore: Il Signore degli anelli di J.R.R. Tolkien pubblicato la prima volta nel 1955.

Ho letto questo romanzo diversi anni fa e da allora mi è rimasto nel cuore. Per chi ancora non lo avesse letto e fosse curioso, ecco qui la mia recensione.

Durante la grande festa organizata per il suo compleanno, lo hobbit Bilbo Baggins stupisce tutti annunciando la sua imminente partenza e lasciando tutti i suoi beni a suo nipote Frodo, compreso un misterioso anello. Ben presto Frodo scoprirà che questo dono altro non è che il terribile anello del potere di Sauron, oscuro signore di Mordor.

Aiutato dallo stregone Gandalf e da tre hobbit coraggiosi, Frodo si mette in cammino verso le splendide terre degli Elfi, per chiedere aiuto al saggio Elrond. Convocato un consiglio la decisione è presto presa: l’anello va distrutto per evitare che il Male torni a dominare la Terra di Mezzo. Sarà questo l’inizio della Compagnia dell’Anello, un gruppo di nove coraggiosi che affronteranno un lungo e pericoloso viaggio verso Mordor, perché l’unico modo per distruggere il terribile anello è gettarlo nel fuoco da cui è stato originato, il fuoco del Monte Fato.

Per Frodo inizierà un’avventura incredibile che gli farà scoprire luoghi meravigliosi e creature leggendarie e che gli farà conoscere il significato e il potere della vera amicizia. Sarà messo di fronte a scelte importanti e spesso spietate, conoscerà il dolore e la morte, le guerre e la crudeltà delle creature oscure fedeli a Sauron. Vivrà storie e leggende terribili che hanno segnato il passato della Terra di Mezzo e che da essa non sono mai state veramente dimenticate. Sarà la prova vivente di come anche un piccolo e tranquillo hobbit può trasformarsi in un coraggioso eroe.

Non c’è molto da dire su questo romanzo: Il signore degli anelli è semplicemente stupendo. Tolkien non ha solo scritto un romanzo, ha creato un mondo nuovo dove tutti i personaggi e i luoghi hanno una loro storia, un passato da condividere. Tolkien ha pensato a ogni particolare senza trascurare nemmeno il più piccolo dettaglio. Ha creato alberi genealogici, tradizioni, culture, nuovi linguaggi, canti e poesie.

Questa è forse una delle poche volte in cui mi sento di dire che questo è un romanzo che va letto, indistintamente, da tutti. Perché, che siate amanti o meno del genere, Il signore degli anelli è la dimostrazione della genialità e dell’infinita fantasia di un uomo che ha saputo dare vita a un mondo immaginario così ricco e perfetto da diventare reale.


Commenti

Il signore degli anelli — 6 commenti

    • Pensa che a me lo hanno fatto leggere alle superiori. Accanto a Pirandello e Dante, la prof ha avuto la grande idea di affiancare “La compagnia dell’anello”. E ovviamente poi l’ho letto tutto. Sono cose che fanno apprezzare la lettura a scuola, vista sempre come un obbligo. Mi raccomando, poi fammi sapere!

        • Era molto (davvero molto) fissata con Dante e non so dirti quanti pezzi della Divina Commedia ho dovuto memorizzare…però da questo punto di vista è stata di ampie vedute. Sono convinto che queste scelte siano molto utili per far apprezzare la lettura ai ragazzi.

      • avessi avuto io una prof così! fortunatamente però alle medie mi hanno fatto leggere lo hobbit e questo mi ha permesso di conoscere il mondo di Tolkien e di leggere così Il signore degli anelli! è stato questo capolavoro che mi ha introdotto nel fantastico mondo dei libri, un mondo dal quale non riesco a separarmi neanche mentre cammino per strada (tanto che a volte rischio di schiantarmi contro i pali della luce o peggio ancora le persone)

        • Eh sì, avere la prof giusta aiuta, di questo ne sono sicuro! Poi una volta trovato il libro giusto, quello che accende la scintilla, è fatta! Buone letture e attenta a dove metti i piedi! 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>