Il nome del vento

Il nome del vento - Patrick Rothfuss

Da un po’ di tempo non vi propongo un fantasy, negli ultimi tempi ho dato maggiore spazio ad altri generi. Così oggi ho deciso di parlarvi di questo bellissimo romanzo di Patrick Rothfuss, un autore statunitense ancora agli inizi…decisamente promettenti.

Il nome del vento, pubblicato nel 2007, mi è stato consigliato da una persona che posso definire mia consigliera nel genere e i cui suggerimenti solitamente non mi lasciano mai deluso.

Questo libro è il primo di una trilogia chiamata Le cronache dell’assassino del re e ha come protagonista Kvothe, un locandiere dall’incredibile passato, famoso per i suoi grandi poteri e per le sue avventure diventate ormai leggenda. Un uomo che ha deciso di sparire nell’anonimato.

Un giorno fa il suo ingresso alla locanda Cronista, uno scrittore desideroso di conoscere la vera storia di questo eroe adorato e maledetto. E così un riluttante Kvothe inizia il suo racconto…

Figlio di Edema Ruh,  un popolo di artisti nomadi celebri per le loro grandi abilità teatrali e musicali, Kvothe è da sempre affascinato dagli Arcanisti e dalle loro arti magiche. Durante un viaggio con la sua famiglia, conosce l’arcanista Abenthy e ne diventa discepolo. Dopo aver appreso tutti i suoi insegnamenti, Kvothe decide di studiare all’Accademia, luogo dove vengono custodite ed insegnate le più potenti arti arcane. Entrare in questa grande scuola non è però cosa semplice e Kvothe dovrà affrontare molte terribili sfide che la vita gli metterà davanti, sfide oltre la portata di un bambino della sua età. Un’infanzia piena di sofferenze e di ingiustizie, ma anche colma di volontà e amicizie che porterà Kvothe a diventare il grande guerriero di cui parlano le leggende.

Quando ho ricevuto questo libro e ne ho letto la trama ho pensato subito ad Harry Potter ed infatti ci è voluto un po’ di tempo prima che mi decidessi a leggerlo. Avevo paura che si trattasse di uno di quei “romanzi-surrogato” scritti con poca fantasia per sfruttare la scia del successo del momento. Non solo mi sono dovuto ricredere, ma appena finito ho setacciato le librerie per avere il seguito…e scoprire che non era ancora stato pubblicato!

A differenza di Harry Potter, Il nome del vento è caratterizzato da toni piuttosto cupi e drammatici: Patrick Rothfuss ha dato vita ad un personaggio incredibile, evidenziando in un modo davvero magistrale i suoi pregi e la sua forza ma, ancora di più, le sue insicurezze ed i suoi tormenti. Kvothe è allo stesso tempo il più grande degli eroi e il più comune degli uomini. Dimenticate maghi e magie strabilianti perché non fanno parte di questa storia e preparatevi ad un mondo assolutamente nuovo e affascinante.

Vi consiglio veramente di leggerlo perché ne rimarrete sorpresi. Il secondo libro, La paura del saggio, è già uscito e a breve ve ne parlerò. Vi segnalo anche il blog dell’autore e rimango in impaziente attesa della pubblicazione dell’ultimo romanzo e dei vostri commenti!


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>