Sparizione

Sparizione - Tess Gerritsen

Felicissimo di tornare a parlarvi dei romanzi di Tess Gerritsen con il suo Sparizione, il quinto libro della serie dedicata all’agente Rizzoli e al medico legale Isles.

Dopo Il chirurgo (un thriller coi fiocchi, lasciatemi dire), è stato il turno di Lezioni di morte, Corpi senza volto e Il sangue dell’altra (che mi sono appena reso conto di aver perso inspiegabilmente per strada…ma che recupererò a brevissimo).

Continua a leggere

Diario di un Lettore Pendolare: la festa, le Mammas e no cioè

Treno, dieci giorni fa (giorno più, giorno meno)…

“No guarda, non so che fare per la festa di Lamartina… sono andata a vedere un posto dove una sua amichetta ha festeggiato lo scorso anno, a lei era piaciuto un sacco perché la festeggiata aveva una grande poltrona e tutti andavano lì a darle i regali e la guardavano mentre li apriva e adesso anche lei vuole avere questa poltrona per il suo compleanno. Troppo carina! Ma non c’era posto.”

Popolo, adorate Lamartina e portatele doni.

Continua a leggere

Affari di famiglia

Affari di famiglia - Francesco Muzzopappa

Finalmente posso parlarvi di questo libro! E dico finalmente perché dopo aver letto Una posizione scomoda, ho cercato Affari di famiglia di Francesco Muzzopappa in ogni libreria in cui ho messo piede e sempre senza successo. Perché certo, per l’ultimo libro della serie soft-erotica Frustami c’è sempre spazio sugli scaffali e nelle vetrine, ma per romanzi più originali e, soprattutto, più belli no.

Continua a leggere

La costa cremisi

La costa cremisi - Preston e Child

Era da un bel po’ di tempo che non entravo in una libreria, complice anche il calo di “desiderio letterario” che mi ha colpito in questi ultimi mesi. Immaginate quindi la sorpresa quando, durante una visita del tutto casuale, ho visto in bella mostra sullo scaffale La costa cremisi di Douglas Preston e Lincoln Child, il nuovo romanzo dedicato allo specialissimo agente Pendergast: è uscito a ottobre 2016 e io non lo sapevo. Imperdonabile.

Continua a leggere

2017, si riparte! Ma c’è un ma…

Ed eccoci di nuovo qui, a tre mesi dall’ultimo post. Penso non sia sfuggito a nessuno che negli ultimi tempi ho un po’ latitato (ok, un bel po’), ma dopo più di tre anni, gli ultimi mesi dei quali un po’ trascinati, ero arrivato al punto di dover riordinare un attimo le idee per capire che strada dovesse prendere Librinviaggio. A questo aggiungete un improvviso calo della libido letteraria, un quasi completo assorbimento del mio tempo libero per il lancio di Stagioni nel Piatto (perché i nuovi progetti sono sempre emozionanti, ma anche capaci di sfinirti) e la consapevolezza di non ritrovarsi del tutto nella routine che aveva preso questo blog e capirete bene il perché è stato necessario fermarmi un attimo e allontanarmi per guardare il tutto da una nuova prospettiva.

Continua a leggere

Diario di un Lettore Pendolare: La lamentona

Ndr. Mettete la punteggiatura un po’ dove vi pare, lei non l’ha mai usata.

“No perché io non posso mica lavorare così scusa” – Dice alla sua amica sedendosi.

“Cioè quella non mi parla mai mi ignora proprio voglio dire è lì che parla con quell’altra e quando mi avvicino smettono e lei se ne va.”
“Ah ma io gliel’ho detto eh le ho chiesto perché smettono di parlare quando ci sono io e quell’altra mi fa magari non vuole far sapere gli affari suoi a te non vuol dire che parliamo sempre di te.”
“Ma mica sono scema io se non gli sto bene faccia domanda per trasferirmi ma io non posso mica lavorare così eh e non voglio certo chiedere trasferimento per colpa di una stronza ah no se vuole lo chiede lei.”
“io ormai faccio così entro la mattina lavoro e non guardo in faccia nessuno.”

Continua a leggere