Il condominio

Il condominio - James Graham Ballard

Eccoci qui. Direi che è il momento di parlare di questo romanzo che, a dire la verità, ho terminato qualche giorno fa. Solitamente scrivo le recensioni a caldo, appena terminata la lettura, ma in questo caso ho preferito prendermi del tempo per rifletterci su. In effetti, più che una preferenza, si è trattata di una vera e propria necessità.

Continua a leggere

La stanza di ossidiana

La stanza di ossidiana - Preston e Child

Ormai lo sapete quanto io ami i romanzi di Preston e Child dedicati all’agente Pendergast. Li ho letti tutti, dal primo all’ultimo e ho sempre apprezzato il loro stile anche se, va detto, pian piano la qualità delle storie è andata calando. Ma mai e poi mai avrei pensato di trovarmi qui a scrivere una recensione tanto negativa di un loro romanzo. Mai, prima di leggere La stanza di ossidiana… E da fan accanito lo faccio con ancor più irritazione. Ma andiamo per gradi.

Continua a leggere

Il sangue dell’altra

Il sangue dell'altra - Tess Gerritsen

Ci sono volte in cui capita di scoprire una serie di romanzi molti anni dopo il suo inizio. Succede per caso, grazie a una fiera di libri usati e al destino che, tra migliaia di romanzi, ti ha messo fra le mani proprio il primo della serie. Così tu, che non vuoi affatto contrariare un così benevolo destino, cominci a cercare in ogni libreria gli altri romanzi e ti trovi a vagare tra gli scaffali con Wikipedia aperta sul telefonino e una lista “Celo-celo-mimanca” nell’altra mano (che la Gerritsen è una che s’è data da fare parecchio) sperando di trovare proprio quelli che ti servono per procedere in ordine. E pian piano ce la fai. Son soddisfazioni. Li compri, li porti a casa e li riponi in maniacale ordine sulla tua libreria e li leggi, uno via l’altro, controllando ogni volta su Wikipedia, che non si sa mai. No, non si sa mai. Ed è così che Il sangue dell’altra, quarto romanzo di Tess Gerritsen del ciclo Rizzoli e Isles, è stato letto dal sottoscritto per sesto e solo perché cominciavo a non capire più alcuni riferimenti nella storia, che altrimenti chissà.

Continua a leggere

È facile fare la spesa se sai leggere l’etichetta

è facile fare la spesa se sai leggere l'etichetta - Enrico Cinotti

Qualche settimana fa avevo segnalato su Facebook questo libro, trovato per caso tra gli scaffali di una librerie e acquistato incuriosito dall’argomento.

Si tratta del saggio È facile fare la spesa se sai leggere l’etichetta di Enrico Cinotti, un libro che ha l’obiettivo di aiutare i consumatori a farsi strada tra le informazioni contenute nelle etichette alimentari per garantire una spesa più consapevole.

Continua a leggere

Sparizione

Sparizione - Tess Gerritsen

Felicissimo di tornare a parlarvi dei romanzi di Tess Gerritsen con il suo Sparizione, il quinto libro della serie dedicata all’agente Rizzoli e al medico legale Isles.

Dopo Il chirurgo (un thriller coi fiocchi, lasciatemi dire), è stato il turno di Lezioni di morte, Corpi senza volto e Il sangue dell’altra (che mi sono appena reso conto di aver perso inspiegabilmente per strada…ma che recupererò a brevissimo).

Continua a leggere

Diario di un Lettore Pendolare: la festa, le Mammas e no cioè

Treno, dieci giorni fa (giorno più, giorno meno)…

“No guarda, non so che fare per la festa di Lamartina… sono andata a vedere un posto dove una sua amichetta ha festeggiato lo scorso anno, a lei era piaciuto un sacco perché la festeggiata aveva una grande poltrona e tutti andavano lì a darle i regali e la guardavano mentre li apriva e adesso anche lei vuole avere questa poltrona per il suo compleanno. Troppo carina! Ma non c’era posto.”

Popolo, adorate Lamartina e portatele doni.

Continua a leggere

Affari di famiglia

Affari di famiglia - Francesco Muzzopappa

Finalmente posso parlarvi di questo libro! E dico finalmente perché dopo aver letto Una posizione scomoda, ho cercato Affari di famiglia di Francesco Muzzopappa in ogni libreria in cui ho messo piede e sempre senza successo. Perché certo, per l’ultimo libro della serie soft-erotica Frustami c’è sempre spazio sugli scaffali e nelle vetrine, ma per romanzi più originali e, soprattutto, più belli no.

Continua a leggere