Dieci (miei) consigli di lettura per l’estate

Qui di seguito trovate una lista di dieci libri che ho letto negli ultimi anni e che oggi, in occasione dell’arrivo dell’estate e delle prossime vacanze, ho pensato di consigliarvi di nuovo. Certo, non è una gran novità considerando che in questo blog consiglio sempre dei libri ma ho pensato di raccogliere quelli che, per un motivo o per un altro, mi hanno colpito, sorpreso e lasciato qualcosa, con la speranza che possano regalare le stesse emozioni anche a voi.

Il Signore delle Mosche. William Golding, 1954. Mondadori.

Il signore delle mosche - William Golding

Un atterraggio di fortuna su un’isola deserta è l’inizio di questa storia. Un gruppo di ragazzini, poco più che bambini, si ritrova a dover sopravvivere senza l’aiuto degli adulti. Abbandonati a loro stessi, cercheranno di dare vita a una società organizzata, ma ben presto irrazionali paure prenderanno il sopravvento annullando ogni forma di civiltà. Un romanzo che mi ha colpito per la forza del messaggio che trasmette: se anche un bambino, esempio dell’essere puro, nasconde una ferocia animale, cosa resta?

Consigliato a chi non ha paura di entrare nel profondo della natura umana dove risiedono i nostri peggiori istinti, in quel mondo oscuro che non risparmia neanche i bambini.

Leggi la recensione.

La fattoria degli animali. George Orwell, 1945. Mondadori.

La fattoria degli animali - George Orwell

Altro romanzo che, grazie a una metafora all’apparenza semplice, mette in luce il peggio della natura umana e l’incontrollabile sete di potere e dominio che divora gli uomini. In una fattoria gli animali, stanchi dei soprusi, organizzano una rivolta per liberarsi dal gioco dell’essere umano. Spezzate le catene organizzano una nuova società fatta di uguaglianza e rispetto reciproco, ma non passa molto tempo e qualcosa inizia a vacillare perché tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri. Una lettura disarmante, che mi ha lasciato con un profondo senso di amarezza e, purtroppo, di impotenza. Attuale oggi come settant’anni fa.

Consigliato a chi non teme di diventare spettatore impotente di un triste spettacolo già visto troppe volte nella nostra storia di uomini.

Leggi la recensione.

Breve storia di (quasi) tutto. Bill Bryson, 2003. TEA.

Breve storia di quasi tutto - Bill Bryson

Bill Bryson ci guida in un affascinante e divertente viaggio alla scoperta del nostro splendido pianeta e delle incredibili conoscenze che, nei secoli, l’uomo è stato capace di accumulare, approfondire e dimostrare. In un racconto ricco di aneddoti curiosi e carico di un umorismo inconfondibile, incontreremo le numerose personalità che nel tempo hanno lasciato la loro impronta indelebile nella storia e hanno permesso a noi oggi di godere di una vasta conoscenza del pianeta che chiamiamo Terra. Un saggio che mi ha catturato per il piacevole umorismo e la grande quanità di informazioni e curiosità che è stato in gradi di trasmettermi.

Consigliato a chi ha un po’ di tempo a disposizione e non ha paura di affrontare una lettura lunghetta e a tratti impegnata, ma capace di dare il meritato rilievo all’innata passione dell’uomo per la conoscenza e di svelare le bellezze del pianeta su cui viviamo.

Leggi la recensione.

Cinque giorni in Aprile. Pietro De Santis, 2012. Flower-Ed.

Cinque giorni in aprile - Pietro de Santis

In una tenuta triestine nell’Italia del Settecento, la giovane Clotilde Speziali è ospite col padre del conte Leopoldo. La breve e spensierata vacanza sarà presto animata da una serie di omicidi: Clotilde, aiutata da Giacomo Casanova, porterà alla luce un segreto inatteso. Un romanzo che mi ha sorpreso per l’abilità dell’autore di unire in modo davvero credibile un giallo a un romanzo storico condendo il tutto con il piacevole e travolgente umorismo di una protagonista a cui mi sono davvero affezionato.

Consigliato a chi ha voglia di un romanzo ricco di mistero ma capace al contempo di regalare qualche ora di spensieratezza e più di un sorriso.

Leggi la recensione.

Romanzo d’una storia nata male. Carlo Alfieri, 2014. Edizioni dEste.

Romanzo d'una storia nata male - Carlo Alfieri

La storia di John Lockwood inizia davvero nel peggiore dei modi ma, fortunatamente, è destinata a migliorare notevolmente: buona famiglia, ottime scuole, eccellente lavoro, stupenda fidanzata. John ha tutto quanto possa desiderare, finché un giorno la vita lo pone di fronte alla dura realtà e lo butterà di nuovo nel baratro per permettergli di scoprire cosa è davvero importante. Un romanzo semplice, a tratti ironico, ma ricco di significato. Una storia che ho amato perché capace di portare un po’ di ordine in una società accecata dalla fretta di vivere.

Consigliato a chi ha sempre il piede sull’acceleratore e ha bisogno di qualcuno che gli mostri come usare il freno. Perché la vita è una e va vissuta.

Leggi la recensione.

Il chirurgo. Tess Gerritsen, 2001. TEA.

Il chirurgo - Tess Gerritsen

Uno spietato serial killer uccide le donne di Boston mutilandole in modo orribile tanto da guadagnarsi il soprannome di Chirurgo. Cathrine Cordell, abile medico chirurgo, sembra essere il suo vero obiettivo. Sarà compito della detective Jane Rizzoli fare luce sul caso e scoprire la mano che si cela dietro laffilato bisturi. Un thriller capace di tenere col fiato sospeso dall’inizio alla fine dalle cui pagine traspare tutta la competenza in materia dell’autrice, ex medico.

Consigliato a chi non ha paura di addormentarsi al buio la notte e non si impressiona di fronte a scene davvero agghiaccianti.

Leggi la recensione.

Frankenstein. Mary Shelley, 1818. Mondadori.

Frankenstein - Mary Shelley

Un classico immortale, un romanzo che racconta la storia del Dottor Frankenstein, del suo mostro e dell’incontrollabile desiderio dell’uomo di vincerela morte. Dopo gli studi in medicina, Victor Frankenstein concentra tutti i suoi studi al solo scopo di sconfiggere la morte: quando i suoi desideri si realizzeranno però scoprirà di aver portato nel mondo solo orrore e morte. Un romanzo che ha saputo stupirmi con una storia diversa da quella che immaginavo; un racconto che fa riflettere e lascia un forte senso di malinconia.

Consigliato a chi ha voglia di un romanzo profondo, che affronta temi attuali come il progresso e i suoi limiti o i pregiudizi nel confronti delle diversità.

Leggi la recensione.

Io sono Malala. Malala Yousafzai, 2013. Garzanti.

Io sono Malala - Malala Yousafzai

La storia di Malala Yousafzai, giovane attivista pakistana che a soli quindici anni è vittima di un attentato da parte dei talebani: un giorno come gli altri il pullman su cui Malala viaggia insieme alle compagne di scuola viene fermato da alcuni uomini armati che salgono a bordo e le sparano tre colpi a distanza ravvicinata, uno dei quali la colpisce in testa. La sua colpa è battersi per il diritto delle donna a un’istruzione. Malala però sopravvive e continua la sua battaglia più forte di prima. Un libro che mi ha aperto gli occhi e il cuore.

Consigliato a chi desidera conoscere meglio la vincitrice del premio Nobel per la pace del 2014, la sua lotta per l’istruzione delle donne e la sua cultura spesso vittima di pregiudizi.

Leggi la recensione.

Il colore viola. Alice Walker, 1982. Sperling Paperback.

Il colore viola - Alice Walker

Celie è una giovane donna di colore che vive in un’America fatta di razzismo e violenza. Picchiata e violentata dal padre e dal marito, Celie vive una vita sottomessa nella convinzione di essere una stupida e inutile donna. Troverà un’amica in Shug Avery, amante del marito, e grazie a lei riscoprirà che la vita è capace di donare anche tanta felicità. Una storia forte, che stringe lo stomaco ma che è capace anche di regalare speranza.

Consigliato a chi non ha paura di affrontare sofferenza e tristezza per poter raggiungere piccoli e speciali momenti di gioia, speranza e felicità.

Leggi la recensione.

Le mie fiabe africane. Nelson Mandela, 2004. Feltrinelli.

Le mie fiabe africane - Nelson Mandela

Una raccolta di trenta bellissime fiabe della tradizione africana scelte dal premio Nobel per la pace Nelson Mandela. Questo libro ci fa immergere nelle tradizioni e nei colori di un continente meraviglioso e delle sue innumerevoli e variegate culture. Tra miti e leggende, tutte le fiabe sono legate da un incredibile amore e rispetto per la natura e per gli animali. Un libro che mi ha fatto tornare un po’ bambino e riscoprire il piacere e gli insegnamenti che può regalare una favola.

Consigliato a chi vuole tornare per un po’ bambino o vuole condividere speciali momenti di lettura con i propri figli.

Leggi la recensione.

Una posizione scomoda. Francesco Muzzopappa, 2013. Fazi Editore.

Una posizione scomoda - Francesco Muzzopappa

Fabio è un giovne diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Il suo desiderio è fare del grande cinema ma una serie di eventi lo porta ad essere sceneggiatore di film porno. In compagnia di Romina, esuberante trans proprietaria della casa di produzione, e alcuni altri eccentrici personaggi, Fabio cercherà in tutti i modi di realizzare i suoi sogni. Un libro che mi ha fatto morire dal ridere, che ho amato per la leggerezza e i momenti di spensieratezza che è stato capace di regalarmi.

Consigliato a chi non ha pudori all’idea di entrare nel mondo del porno e ha voglia di ridere fino alle lacrime.

Leggi la recensione.


Commenti

Dieci (miei) consigli di lettura per l’estate — 3 commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>