Dracula di Bram Stoker. Il film.

Dracula di Bram Stoker Locandina

Eccomi con una nuovo appuntamento di Dal libro al film e questa volta parliamo di Dracula di Bram Stoker diretto da Francis Ford Coppola e uscito nelle sale nel 1992.

Una premessa è d’obbligo: io amo il romanzo alla follia ed è uno dei miei libri preferiti quindi sappiate che sarò di parte, davvero molto di parte, e anche tanto critico.

Il film Dracula di Bram Stoker comincia nel 1462 a Costantinopoli dove Vlad Tepes, cavaliere della Romania e grande difensore della Chiesa cattolica, lotta con tutte le sue forze contro gli invasori turchi. Tornato a casa dopo la battaglia scopre che la sua amata moglie è morta e, folle di rabbia e rancore, rinnega il Dio che ha difeso diventando un vampiro. Diversi secoli dopo, nel 1897, l’avvocato Jonathan Harker viene chiamato in Transilvania per concludere l’acquisto di diverse proprietà di Londra a favore del misterioso conte Dracula. Ben presto il soggiorno si rivela un incubo e il misterioso conte svelerà la sua terribile natura.

Come vi ho anticipato, ho letto il romanzo Dracula di Bram Stoker e ne sono rimasto folgorato, il classico amore a prima vista. Potete leggere qui la recensione del libro, con la quale ho dato inizio a questo blog più di un anno fa. L’interpretazione di Dracula data da Francis Ford Coppola si allontana molto dalla storia narrata da Bram Stoker e la modifica sotto diversi aspetti, alcuni dei quali significativi al punto da stravolgerla e devo dire in tutta sincerità che questo film non mi è proprio piaciuto.

Per prima cosa è stata inserita una storia d’amore tra Dracula e Mina Harker che nel libro è completamente assente e non ne capisco il motivo; voglio dire, se il libro è sopravvissuto senza per oltre cento anni diventando uno dei romanzi più celebri della letteratura mondiale, era davvero necessario fare questa aggiunta? Senza contare che la storia ne risente molto subendo variazioni davero importanti. Il personaggio di Dracula è molto rivisitato allo scopo di renderlo affascinante e dotato di misteriosi e scenografici poteri sovrannaturali. Altra differenza significativa è il personaggio di Lucy che, per un qualche motivo, nel film diventa lasciva e spudorata in un modo impressionante. Anche il personaggio di Van Helsing viene completamente trasformato e reso un fanatico in cerca di vendetta. Ci sono poi molte altre differenze, ma di piccolo impatto. Il risultato è una storia completamente diversa dal libro, nonostante il titolo del film voglia proprio ricalcarne la fedeltà.

Dracula di Bram Stoker - scena del film

Una scena del film Dracula di Bram Stoker

Ora che ne ho parlato male, voglio anche dire gli aspetti positivi di questo film, in particolare trucco e costumi, che sono assolutamente splendidi tanto da far guadagnare a questo film due premi Oscar oltre a un terzo per il montaggio sonoro. Alla mostra di Dracula tenutasi a Milano qualche tempo fa, ho avuto il piacere di ammirare la ricostruzione dell’armatura del conte Dracula usata nel film e creata dalla costumista Eiko Ishioka e vi assicuro che è qualcosa di meraviglioso.

Forse il mio giudizio è condizionato dalla passione per il romanzo, ma sono rimasto davvero deluso da questo film ed è un vero peccato perché la trama originale del libro arricchita dalla bravura di Francis Ford Coppola, dal cast d’eccezione formato da Anthony Hopkins, Gary Oldman, Keanu Reeves e Winona Ryder e dalla bellezza dei costumi disegnati da Ishioka, avrebbe potuto dare vita a un film memorabile. Per gli appassionati ecco il trailer originale del film.

Immagine anteprima YouTube

Commenti

Dracula di Bram Stoker. Il film. — 2 commenti

  1. Chi si occupa di arte sa benissimo che le creazioni più belle sono quelle che sfuggono dal controllo del creatore. La creatura diventa qualcosa di autonomo e di assolutamente indipendente dalla sua origine. Dracula è un principe valacco, reso subito noto come violento sanguinario da una letteratura libellistica del primo cinquecento. Poi è diventato un vampiro nella cultura tardo-vittoriana. Ed ancora si è trasformato in un personaggio cinematografico hollywoodiano. Dracula è tutto questo e molto altro. Bram Stoker è, in realtà, un umile mezzo al servizio del personaggio, così come il grande Coppola che, anche a detta di studiosi e letterati (Mincu, Cazacu per esempio)ha confezionato un prodotto alla pari di quello di Stoker riuscendo a fondere con successo i due miti, le due leggende. Per cui il film è un assoluto capolavoro. Tutto qui

  2. ORRIBILE trasposizione. Per carità splendidi i costumi e la scenografia. Per il resto non un personaggio che fosse in linea col suo omonimo cartaceo (se si esclude il texano). Ripeto UN FILM ORRIBILE!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>